mercoledì 15 ottobre 2008

Il counseling per l'arte

Il counselor artistico usa l’arte come via di conoscenza, come pratica esplorativa non verbale per sé e per il cliente. Il suo lavoro si basa sui principi generali del counseling, su competenze di tipo artistico e sulla conoscenza dei comportamenti psicologici più comuni collegati alla creatività e all’arte. Il counselor ha il compito di aiutare l'artista a trovare la propria espressione individuale, a mettere a punto il proprio metodo, a focalizzare limiti e punti di forza. L'attività artistica favorisce il contatto con se stessi, il confronto con ciò che si è, con le qualità che caratterizzano ogni individuo, l’art counselor è dotato degli strumenti necessari per accompagnare il cliente lungo tutto il percorso.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento